martedì 4 dicembre 2007

A volte qualcuno se ne accorge....

certo non è un granchè come spazio (angolino in fondo alla pagina del noto giornale in versione web), ma almeno c'è...

http://www.corriere.it/cronache/07_dicembre_04/inchiesta_cervelli_uno_b2e8c886-a230-11dc-9440-0003ba99c53b.shtml

2 riflessioni:

1) mi viene in mente una discussione fatta con il Ch su lo spazio che i giornali dedicano alle notizie (per giunta prima di sapere dei vari accordi TG5-TG1...la preveggenza mi assiste!) nella quale sostenevo tutto il mio orrore per un tg che passa 2min 45 a parlare dello sciopero dei giornalisti rai (cosa che avviene sempre e regolarmente quando c'è un qualche problema, seppur legittimo) e 3 min a parlare della partita della sera contro lo spazio =0 min per le guerre in africa o i malumori di altre classi di lavoratori....

chi è che decide che il virus"dell'aviaria" (80 morti in tutto il mondo ad oggi) va in onda e il ritorno di epidemie di tubercolosi in Africa (centinaia di migliaia di morti in 1 solo continente) no?

2)Una discussione fatta con il filo per capire perchè un torniatore (mest
iere certamente importante e utile) è considerato di maggior sviluppo per un paese rispetto a uno che studia i tumori o cerca di capire come cazzo si fa a fermare l'HIV, o ecc ecc
Non voglio certo che uno prevalichi l'altro, ma la parità mi sembrerebbe d'obbligo...
ho messo un pò di carne al fuoco....
voi che ne pensate?

a me girano...

marc

6 commenti:

Franz ha detto...

Anche a me girano. Sia per il problema "fuga dei cervelli", sia per quello "spazio nei tiggì".
La cosa più deprimente è che veramente non so SE e QUANDO ne verremo fuori... dall'uno e dall'altro.
Ovvio che il cervellone di turno fa BENONE a sgommare dagli stipendi-fame italiani. Però, se tutti levano le tende, chi lo salva questo Paese? Da una parte mi dico "in Irlanda ti pagherebbero tre volte tanto... che stai a fare qua"? Dall'altra però lo trovo un po' da vigliacchi, specialmente vedendo i casini che fanno oltralpe (nel Paese dalla Testata facile) quando c'è qualcosa che non va. Loro si incazzano e spaccano tutto. Noi ci limitiamo allo "sciopero del biglietto, della spesa, ecc.". A volte nemmeno quello, perché chi scrive "parla parla ma...".
Vabbé, sono solo discorsi nati da una sveglia ad orari abominevoli, come al solito... e cmq ora taglio perché devo (far finta di) studiare come al solito... Ciao cari Vicolani!

Marco ha detto...

caro vecchio franzo, sei proprio trooooopppo figo quando fai il sovversivo!
sono ultradaccordo su tutta la linea.
forse dovremmo darci un pò una mossa per far cambiare le cose.
in fondo lamentarsi e basta non porta a nulla se ti lamenti alla specchio...

insomma c'è voglia di gridare:

"la forza certamente deriva dall'unione

immagina uno slogan detto da una voce sola

è debole ridicolo, è un uccello che non vola

ma lascia che si uniscano le voci di una folla

e allora avrai l'effetto di un aereo che decolla"

e non sto citando elio....
saluti
e continuiamo così!

davide scaini ha detto...

Io sono d'accordo, ma non sul fatto della "vigliaccheria da fuga".
L'Italia e' un paese strano... diverso... una "democrazia giovane".. e come tale e' piu' difficile correggere la torre di Pisa che buttarla giu' e rifarla in un terreno dove sta dritta.
Per quanto mi riguarda l'Italietta ha dei problemi strutturali e pendera' sempre, possiamo farci un mazzo tanto e correggerla, ma e' inutile, anche perche' i turisti vengono solo se pende... chi cazzo la va a vedere la torre pendente se e' dritta???
Io sono per la fuga, chi rimane si fotte. Molto egoisticamente non vedo perche' devo sbattermi per fare funzionare un sistema che paga certi stipendi d'oro a persone che d'oro hanno solo le otturazioni ai denti - un cjaf che neance il pusit lu mangje.
Fuga per la vittoria. Definitiva soluzione. Non sono Ghandi.
d

Marco Velliscig ha detto...

Mi spiace ma io sono totalmente d'accordo con il mio compare dav..
Il problema dell'italia sono gli italiani, c'e' troppa poca gente che ha voglia di cambiare le cose perche', a troppa gente ne viene in tasca qualcosa..
Simpatici gli italiani, bontemponi, chiacchieroni, pizza, pasta , mandolino, ma finita li.
Non dico che siano tutti cosi', anche perche' se no adesso saremmo in nano-dittatura, ma le poche persone oneste riescono solamente a tenerci sul filo del rasoio..
La mentalita' dell'italiano non si cambia, mi sento esule nel mio paese!
Appena potro' me ne andro' in qualche luogo tranquillo e vaffanculo..

E non parlo da uno che non ha mai mosso un dito, ed e' proprio per questo che sono sempre piu' demoralizzato: perche' continuo a incazzarmi a cercare di cambiare..

Ok mi son sfogato grazie dav per il link,immagino che conla tua preveggenza avessi capito che avevo qualcosa da dire sull'argomento..

Grazie a Quelli del vicolo per l'ospitalita' di questo commento magari non ottimistico

Marco ha detto...

cari bloggisti,
sono sempre felice di incontrare nuova gente nel vicolo e di risentire il buon dav che avoltre latita...
giuste le vostre riflessioni...
perchè tentare di cambiare un sistema quando già sai che e tutto tempo perso?

ma sono convinto di due cose:
a)non ci credo che gli statunitensi siano meglio di noi
b)non credo che ci sia un posto in cui vivere migliore dell'italia(ed in particolare di giais)
ok ok
politici=merda
chiesa=che palle
ecc ecc
volete mettere vivere in francia? con tutti quei galletti con la puzza sotto il naso? o in inghilterra con la nebbia continua...che pacco!
per non perlar degli USA(criminalità, hamburger e ignoranza pura)
forse solo la Spagna è migliore....
credo dunque che essendo la struttura che non và, si possa sperare di cambiarla...
boh
forse sono solo un illuso
grazie a tutti
marc

CH ha detto...

Uhm...
X quanto riguarda i tg-deffficienti, nn c'è molto da fare: ki + ki meno, fanno tutti skifo (studioaperto su tutti) sostanzialmente x' è impossibile in mezzora dire così tante cose in modo decente (nn sopporto i repentini cambi d'umore da una notizia tragica al gossip!)
Nella parlata specifica col marco, era emersa la sua indignazione a riguardo dei 2 min e mezzo dati alla notizia dello sciopero rai: nonostante sia d'accordo con lui, credo ke sia la forma di protesta adeguata x la loro categoria; usano i loro mezzi x aumentare l'impatto sociale, un pò come hanno fatto i camionisti lo scorso mese...

Sull'altro argomento invece sono un pò interdetto: nonostante i miei ideali, sono abb nazionalista; sono forse più le cose ke nn vanno ke quelle positive, l'unica differenza è (credo) ke in quanto italiani siamo molto bravi a nasconderlo...; x come stanno le cose (e come sono state dalla costituente ad ora) sono arrivato a pensare ke x cambiare le cose, l'unica è un golpe (nn militare) o qualke tarlo i molte poltrone (nn solo del parlamento)
Credo l'italia sia un paese "estremizzato", una gioielleria imbrattata di merda (o uno stronzo coi gioielli, a voi la scelta) che riesce ad avere al tempo stesso enormi rikkezze (culturali, territoriali, storike, d'innovazione e creatività) accanto alla feccia + fetida (giusto un esempio, i problemi attuali - ma nn nuovi - dell'immondizia in campania ecc. passando x la mala-politica...)

Nn so se sarò ancora vivo x poter vedere dei miglioramenti decisivi :-/